10 giugno 2020 Marchi Gabriele Borasi

Da 20 anni a questa parte, e con un ritmo sempre più serrato negli ultimi 10, gran parte del commercio che prima si svolgeva nella piazza “reale” si è spostato a quella virtuale della rete. Con lui, il www ha però anche accolto un’attività parallela di contraffazione che, da sempre, colpisce prodotti e servizi commercializzati in tutto il mondo.

Eppure, grazie alle nuove tecnologie e in particolare all'intelligenza artificiale, il controllo e la lotta alla contraffazione online sta oggi vivendo una vera e propria rivoluzione: questa è stata resa possibile, oltre che dai sistemi esterni sopra citati, anche dagli stessi marketplace, che hanno stabilito alcune regole interne che rendono possibile far chiudere gli account dei terzi che utilizzino i marchi senza l'autorizzazione dei titolari.

JACOBACCI_VIDEO_02_Gabriele Borasi

Bando, dunque, a lungaggini, costi elevati e risultati incerti: in questo video vi raccontiamo l’evoluzione della contraffazione online, accendendo i riflettori sulla contrapposizione tra le pratiche del passato e le migliorie apportate oggi grazie all’evoluzione tecnologica.

Leggi l'articolo completo >> Come proteggere un marchio con l'anti-contraffazione

 

tutela il marchio con la mappa interattiva